SCHEDA TECNICA SCAFFALE SOPPALCHI CANTILEVER
M420M-M420P-M425P

Spalle: Sono strutturate con 2 montanti verticali aventi sezione a "C"; il collegamento tra i montanti avviene mediante tralicciatura costituita da diagonali e traversini di acciaio zincato sp.12/10, opportunamente dimensionati in funzione del carico richiesto, in modo da ottenere sempre la stabilità e la portata richiesta. Ogni spalla, per la distribuzione del carico sul pavimento, è completa di due piastre di base, con relativo foro per consentire il fissaggio mediante bullone ad espansione.

Correnti: Sono costituiti da profili con sezione tubolare, accoppiato o speciale in funzione delle caratteristiche dell'impianto. Due connettori, adeguatamente progettati, assicurano un solido aggancio alle spalle al fine di garantire la portata richiesta.

Accessori: Dove si rendesse necessario è possibile dotare l'impianto con accessori quali: distanziatori, rompi tratta, barelle, ripiani, e quant'altro serva per un ottimale funzionamento della struttura da realizzare.

Materiale impiegato

Spalle: Il materiale impiegato è acciaio del tipo S235JR sp.20/10 25/10 con tensione ammissibile S (sigma) = 235 N/mmq.

Correnti profili tubolari: Il materiale impiegato è acciaio del tipo S235JR sp.15/10 e 20/10 con tensione ammissibile S (sigma) = 157 N/mmq.

Correnti profili accoppiati : Il materiale impiegato è acciaio del tipo S275JR sp.15/10 e 20/10 con tensione ammissibile S (sigma) = 183 N/mmq.

Criteri di progettazione

Il calcolo viene eseguito secondo i criteri indicati nelle
NORME CNR - UNI 10011/85 COSTRUZIONI IN ACCIAIO:

ISTRUZIONI PER IL CALCOLO, L'ESECUZIONE E LA MANUTENZIONE.
CNR UNI 10022/84

"PROFILATI FORMATI A FREDDO ISTRUZIONI PER L'IMPIEGO NELLE COSTRUZIONI"
Inoltre vengono seguite anche le norme della "F.E.M" (Federation Europeenne de la Manutention-Section X): - F.E.M. 10.2.02 "The design of steel static pallet racking" - F.E.M. 10.3.01 "Adjustable beam pallet racking (APR) tolerance, deformations and clearances" La freccia d'inflessione dei correnti a pieno carico è contenuta entro 1/250 della luce.

Protezioni delle superfici

Il materiale, previo trattamento di sgrassaggio e fosfatazione, viene verniciato con polveri a base di resine epossipoliesteri completamente atossiche mediante pistole a carica triploelettrica, essiccato in forni a 220°C ; garantendo in questo modo una migliore resistenza agli agenti chimico-atmosferici nonchè alle sollecitazioni meccaniche.

La gamma dei colori di serie è la seguente:

Progetti senza impegno



before
after